Venerdi 15 freddo dal primo pomeriggio

VENERDÌ una veloce retrogressione da est farà ripiombare il freddo sulla Calabria.

Dal primo pomeriggio di venerdì infatti, nuove correnti fredde invaderanno la regione con un veloce calo delle temperature e instabilità sparsa sulla regione nel pomeriggio.

La dinamica: già dalla tarda mattinata arrivo di isoterme interessanti , 0 a 850hpa che diverrebbe -3 nel corso del pomeriggio e addirittura una -33 a 500hpa.

Radar

Le precipitazioni: partiamo col presupposto che anche in questa occasione Sila Piccola e area del Reventino partono svantaggiati essendo in ombra, le precipitazioni dovrebbero interessare principalmente il crotonese e il cosentino ionico a partire dalla tarda mattinata e con quota neve inizialmente sui 1000mt in calo fin sui 700 nel pomeriggio.

Sulla Sila Piccola le precipitazioni potrebbero arrivare nel pomeriggio ma piuttosto deboli, con possibili deboli fioccate fin sui 850-950mt che difficilmente riusciranno ad imbiancare.

Temperature 850hpa

Migliora in serata con precipitazioni che continuerebbero solo su Sila Greca.

SABATO tempo stabile e soleggiato ma freddo.

DOMENICA lieve aumento termico e giornata soleggiata.
Nelle immagini, riferite al pomeriggio di venerdì, precipitazioni cumulative e temperature a 850hpa. 

8 8   

Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

Domenico Talarico

Mercoledì 13; aggiornamento situazione.

Continua lo stau sui monti della Sila con nevicate più forti sui settori esposti a nord e sconfinamenti più deboli e intermittenti su Sila piccola.

La situazione dovrebbe restare ancora per un po’, prima di migliorare nella notte.

Immagine Radar – precipitazioni attualmente rilevate sulla Calabria.

In queste ore nuovi addensamenti nuvolosi si formano a ridosso della Sila, aumentando le precipitazioni sul nostro altopiano, e provocando uno sconfinamento più consistente verso la presila catanzarese dove si segnalano nuove imbiancate (come successo nel primo mattino).

Nulla di eclatante, si tratta di stau e come ben sappiamo, queste correnti non sono favorevoli a nevicate abbondanti sulla Sila Piccola.

Ma COS’È LO STAU??

Rappresentazione delle correnti che incontrano un rilievo, provocando l’effetto Stau in ingresso, e Fhoen in uscita.

Lo stau è un vento di risalita che si presenta quando una corrente d’aria, nel superare una catena montuosa, perde parte della propria umidità che condensa in precipitazioni.
Nel nostro caso: le correnti fredde provenienti da NE impattano sui monti più settentrionali della Sila scaricando le precipitazioni e arrivando poi quasi scariche sulla Sila Piccola.

Fenomeni in esaurimento nella prima parte della notte.

Giovedì miglioramento e aumento termico.

Domenico Talarico