Razzo cinese in caduta “incontrollata”

Il razzo Lunga Marcia 5/B, di cui tutti parlano in queste ultime ore, è partito il 29 Aprile scorso, è stato  utilizzato dalla Cina per inviare in orbita il primo componente della sua nuova stazione spaziale; ma ora è divenuto spazzatura spaziale in caduta .

 

Quello che sta succedendo ora, è che parte di esso (lo stadio centrale del razzo), una volta arrivato in orbita ha totalmente finito il suo carburante, e non sono stati previsti assetti per farlo rientrare in modo programmato, quindi adesso si trova in caduta verso la Terra senza alcuna possibilità di controllo, il che lo porta a poter colpire ovunque, in caso sopravvivi qualche pezzo di esso.

Al momento il periodo di rientro è previsto : 9 May 2021 03:19:57 UTC, based on TLEs for 8 May 09:36:19 UTC. Uncertainty around +/- 110 minutes.

Qui possiamo esclamare un bel … <<ci risiamo>> ebbene sì, è già capitato solamente l’anno scorso; stessa dinamica, ma con meno clamore mediatico, occupato dalle notizie del Coronavirus.

Qui possiamo vedere cosa successe, rottami sparsi vicino ad un villaggio in Africa Occidentale.

Ma non solo, nel 2018 la prima stazione spaziale cinese, cadde senza possibilità di controllo, mandando nel  panico mezzo pianeta per l’impossibilità di prevedere dove sarebbe caduto (poi cadde nel Pacifico meridionale).

Astronomia; Caduta della Stazione spaziale cinese Tiangong-1.

 

Adesso ci troviamo alle prese con un cilindro da circa 20 Tonnellate in caduta, ma niente panico; le precedenti esperienze e la statistica ci vengono in aiuto, descrivendo una possibilità molto remota che qualche pezzo possa colpire un luogo abitato.

Si parla di una possibilità su 160 milioni di essere colpiti.

<<Vale la pena ribadire che dello stadio centrale rimarrà ben poco dopo il rientro in atmosfera ma delle 21 tonnellate circa, qualcosa può sopravvivere. La probabilità di esser coinvolti è legata innanzitutto alla posizione geografica, dato che le aree sopra i 41.5° di latitudine non sono interessate. Poi dipenderà tutto dal tempo esatto del rientro e quindi dall’area di impatto dei possibili (pochi) detriti Cit Link4universe>>.

Quindi in questo intervento vogliamo far capire che come suggerisce la Protezione Civile, è giusto non tralasciare alcun dettaglio e assumere un atteggiamento responsabile nei confronti di questa situazione, ma facciamolo in modo tranquillo e perché no, anche provando ad informarci e capire cosa stia succedendo, magari scoprirete aspetti interessanti che potrebbero poi appassionarvi.

Non aggiungiamo molto a quanto già scritto dalle tantissime testate; vi lasciamo qui sotto con una immagine in cui vediamo le orbite che si prevede percorrere il razzo nel periodo di tempo indicato come quello probabile per il rientro, pertanto sotto queste linee troviamo le aree che sono potenzialmente interessate.

Buona visione e per qualunque domanda potete contattarci sui nostri social.

*In copertina la foto scattata questa mattina, del razzo ormai visibile da terra, fotografato sui cieli di Roma.

 

Domenica 9 Maggio 2021

Alta pressione in aumento sulla Calabria.

Questa domenica si aprirà serena su tutta la regione, con qualche velatura di passaggio.

Nel pomeriggio si potranno avere delle coperture maggiori nelle aree interne, quindi sui rilievi silani, ma non si prevedono piogge annesse.

In serata i cieli torneranno sereni ovunque.

Temperature in più deciso aumento, grazie all’arrivo di correnti meridionali più calde che porteranno i valori a raggiungere e a superare localmente i 25°C

I venti soffieranno in modo moderato da sud.

Sabato 8 Maggio 2021

Giornata soleggiata per tutta la Calabria.

Nel corso della mattinata di questo sabato avremo tempo sereno, con cieli sporcati solo velature o nubi di passaggio.

Annuvolamenti un po’ più presenti si potranno avere a partire dal pomeriggio e in serata nelle aree interne, ma saranno innocui.

Temperature stazionarie o in lieve aumento.

Venti a tratti tesi, soprattutto nelle ore notturne, in diminuzione poi dalla mattinata.

Mercoledì 28 Aprile 2021

Tempo sereno sulla Calabria.

Qualche copertura andrà a interessare i settori ionici, ma saranno innocue.

Temperature in aumento su tutta la regione.

Allerta Meteo: Livello – Verde

Emesso dal il Messaggio di Allertamento Unificato (MAU) per il rischio meteo – logico ed idraulico. Inviato per l’adozione a
 Messaggio di Allertamento Unificato emesso oggi ha valenza di AVVISO DI CRITICITÀ’.
Si prevede:
– OGGI 25.04.2021 dalle ore 14:00 alle ore 24:00
CRITICITÀ’ METEO MARINO – COSTIERA:CRITICITÀ’ IDROGEOLOGICHE E/O IDRAULICHE:
Allerta su tutte le zone di allerta meteo.
– DOMANI 26.04.2021 dalle ore 00:00 alle ore 24:00
CRITICITA’ METEO MARINO – COSTIERA: CRITICITÀ’ IDROGEOLOGICHE E/O IDRAULICHE:
Allerta  su tutte le zone di allerta meteo.
—–

Cosa significa Allerta Meteo?

L’allerta meteo di grado verde (previsto per i settori tirrenici meridionali e ionici), è un avviso di ordinaria criticità diramata dalla Protezione Civile in caso di fenomeni meteo localizzati e intensi o diffusi non intensi anche persistenti.

L’allerta meteo di grado gialla (previsto per i settori tirrenici settentrionali) è un avviso di moderata criticità diramata dalla Protezione Civile in caso di fenomeni meteo diffusi, intensi e persistenti.

 

 

Giovedì 22 Aprile 2021

Arrivano le piogge sulla Calabria, con locali fenomeni più intensi a ridosso dei rilievi centrali.

Martedì 20 Aprile 2021

La giornata di martedì sarà segnata ancora da precipitazioni, seppur deboli.

Al mattino delle piogge potranno raggiungere i versanti tirrenici, anche se non si prevedono fenomeni particolari.

Tali precipitazioni coinvolgeranno principalmente il cosentino e i versanti tirrenici.

Fasce ioniche meno interessate, ma anche qui sporadicamente potrebbero arrivare delle deboli precipitazioni.

Tempo in miglioramento dal pomeriggio su tutta la regione.

Temperature ancora basse.

Lunedì 19 Aprile 2021

La settimana si apre con del maltempo diffuso, seppur alternato a schiarite.

Al mattino la giornata si avvia con piogge diffuse su tutta la Calabria; e saranno diffuse inizialmente lungo tutta la fascia tirrenica (cosentino e lametino in primis), per poi espandersi verso est e coinvolgere la Calabria interna e le fasce ioniche nelle ore successive.

Sui rilievi (sempre in mattinata) assisteremo al ritorno della neve, con una quota neve prevista sui 900/1000m sul cosentino e sul Reventino, poco più in alto sui versanti ionici.

Anche sui rilievi delle Serre non escludiamo possano arrivare dei fenomeni nevosi sulle vette.

Fig.1 – Mappa delle precipitazioni nevose – accumulo 6 ore in mattinata – Da questa mappa possiamo osservare quali aree potranno vedere delle nevicate, l’accumulo è segnato in base al colore in riferimento in scala – credit by MC-EMM2 wrf – meteoincalabria.it

Tempo in miglioramento già nelle ore pomeridiane, con piogge in esaurimento soprattutto sui versanti tirrenici, ma resteranno delle precipitazioni residue seppur di debole entità.

Sui versanti ionici si prevedono piogge di passaggio e poco durature nel corso della giornata, e anche qui nel pomeriggio si andrà verso un miglioramento; tranne che per i settori del crotonese e alto ionio cosentino.

Qui potrebbero verificarsi degli locali scrosci di pioggia, derivati da annuvolamenti in sviluppo sui rilievi delle Sila e in estensione vesto est; non si prevedono fenomeni duraturi e diffusi.

Tempo in rasserenamento ovunque in serata.

Le temperature si prevedono in calo sulle minime.

Venti moderati o a tratti tesi di Ponente .

1 2 3 155