Siamo entrati un un nuovo periodo, più stabile e soleggiato, e pare che anche la prossima settimana non darà grossi scossoni

Questo fine settimana si sta sviluppando entro un periodo di alta pressione, dal quale godiamo di giornate poco nuvolose se non serene, con temperature che andranno a toccare e occasionalmente superare i 20°C.

Nulla di speciale, siamo su valori un po’  più alti nella media per il periodo, ma tutto sommato è normale che capiti in questa fase della primavera.

 

Fig. 1 – Grafico di sintesi dell’andamento possibile per i prossimi giorni delle temperature a 1500m circa, e delle possibili precipitazioni. – GFS

Il tempo di questi giorni è legato ad una manovra in campo Atlantico che, in questo inizio stagione, si sta riproponendo spesso.

L’approfondimento di una saccatura (area di bassa pressione che si allunga verso sud, partendo da un’area principale più ampia) che dal nord Atlantico si estende verso le coste del nord Africa, passando tramite la Spagna (Fig.2/a).

Dinamica che va poi a muoversi verso est,  richiamando di conseguenza aria calda, e favorendo lo sviluppo di un promontorio di alta pressione, che dal nord Africa va a scorrerci sopra, portandoci periodi caldi, ma anche rapidi ritorni a valori più freschi una volta passato il promontorio (vedi fig. 1).

Tale movimento andrà a formare prima la saccatura sopra descritta e poi, da lunedì/martedì, tale saccatura si prevede isolarsi in una “bolla” o “goccia” (Fig. 2/b) che andrà a stazionare tra Spagna e Francia, e ad oggi pare non riuscire ad influenzare in modo significativo la nostra regione in quella posizione per i prossimi giorni.

Fig. 2/a – Rappresentazione della situazione al livello Barico e di geo-potenziali a 500hpa – GFS

Fig. 2/b – Rappresentazione della situazione al livello Barico e di geo-potenziali a 500hpa – GFS

La giornata di domani sarà caratterizzata dall’arrivo delle correnti calde meridionali, che porteranno la temperature a salire sopra i 20/22°C di massima, ben oltre i valori medi , con punte localmente più alte sui settori tirrenici e in particolar modo nella Valle del Crati.

Lunedì, arriveranno correnti più fresche dai quadranti occidentali, la temperature tornerà ad abbassarsi, anche in modo abbastanza veloce, portando i valori di temperature più vicini a valori medi per la stagione.

Le correnti in arrivo andranno a portare piogge sulla Sicilia e potrebbero interessare lievemente anche i versanti tirrenici e i settori silani, ma con precipitazioni che al momento si prevedono deboli.

Martedì 10 molto probabilmente sarà una  giornata abbastanza serena o poco nuvolosa per la Calabria.

Detto questo quindi, come precipitazioni al momento pare vi siano segnali importanti, almeno fino a metà della prossima settimana.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *