Tempo stabile sulla Calabria, grazie anche all’Uragano Ophelia sulle Azzorre.

Nei prossimi giorni non avremo molto da dire per la nostra regione, infatti, un campo di alta pressione si è ormai stabilito su di noi, garantendo una efficace protezione da instabilità e piogge; le quali resteranno ai margini di questo campo.

Questa situazione si prevede durare per vari giorni, le previsioni vedono un periodo di stabilità che potrà durare per gran parte della prossima settimana, almeno fino a giovedì 19 Ottobre.

 

Andando a cercare qualcosa di più “interessante” osserviamo ciò che sta succedendo proprio ai margini di questa Alta Pressione, e precisamente sulla sua radice occidentale.

Proprio qui, poco distante dalle isole Azzorre, si è formato ed ora è in movimento un Uragano, un sistema ciclonico estremamente violento, che in modo inusuale e raro, è nato più a nord rispetto alla norma, e ha deciso di dirigersi verso il Vecchio continente.

Sat uragano

La sua traiettoria, qui descritta da una previsione fatta dal NOAA, è diretta verso nord est, andando a sfiorare le coste portoghesi per poi dirigersi sull’Irlanda.

NOAA

Questo uragano è arrivato ad ottenere una classificazione di categoria 3, indicando che la sua forza è cresciuta molto, riuscendo ad avere venti nel sui interno superiori ai 180Km/h, con una pressione nel suo centro di 960hpa; valori che lo rendono il sesto più violento uragano dell’anno sull’Atlantico.

La situazione è in continuo sviluppo, ma difficilmente questo uragano potrà mantenere questa forza ancora allungo, anche se le acque dell’Atlantico, quest’anno hanno avuto valori superiori alla media.

Di seguito alcune mappe che indicano i venti e la pressione che questo uragano sta generando.

 

ophelia_venti

ophelia_sat-bar

Ass. Meteopresila

Maltempo: nuova perturbazione sul finale di Settembre.

Con l’ingresso di nuove correnti settentrionali, come è di norma in questo periodo, è subito entrato in scena  l’approfondimento di un minimo di bassa pressione, che va a minacciare il mezzogiorno.

imm_satellite26.09

Nelle ore passate, nel Mediterraneo si è formata e ben strutturata una perturbazione che al momento si è posizionata sul centro del Mar Tirreno, in avanzamento verso la Calabria e la Sicilia.
Le prime conseguenze le avremo dalle prossime ore, quando la #pioggia potrà andare a formarsi a ridosso dei settori tirrenici, anche se in modo variabile e, inizialmente, senza particolare intensità.

Dal pomeriggio, le fasce ioniche potranno iniziare a subire maggiori precipitazioni, specie tra crotonese e catanzarese, dove, non si escludono fenomeni temporaleschi.

Miglioramenti si prevedono in tarda serata, ma l’instabilità sarà ancora presente, e si farà sentire anche nei giorni a seguire.

Calo termico in arrivo, entrano correnti da nord.

Con la giornata di oggi abbiamo rivissuto un po’ il caldo avuto nei mesi scorsi, con punte di oltre i 35°C raggiunti nel cosentino.

Dalle prossime ore, inizierà una nuova fase, che si caratterizzerà per l’arrivo di correnti più fredde, le quali, porteranno ad un calo termico notevole, che avrà il suo picco presumibilmente tra mercoledì e giovedì.

Alleghiamo un grafico riassuntivo delle temperature previste per i prossimi giorni.


Da questo grafico possiamo vedere varie informazioni, ma soffermandoci sulle temperature, (sottolineate dalle frecce in bianco) osserviamo un calo termico che, tra oggi e giovedì 21, ci porterà dall’avere una situazione di sopra media di circa 8°C, fino a farci scendere ad un valore altrettanto importante per la serata di mercoledì.

Per quanto riguarda le piogge invece, beh, le previsioni ne vedono poca, la maggior possibilità si avrà proprio tra martedì e giovedì.
Oltre a queste date non ci addentriamo per ora.

 

Nuovo impulso nord Atlantico; inizio settimana con deciso maltempo.

Forte maltempo in arrivo sulla Calabria.

_

In queste ore le correnti in ingresso nel Mediterraneo, hanno prodotto un sistema depressionario che sta producendo piogge e temporali sul tutto il centro nord Italia.

La bassa pressione su descritta, è figlia di una più ampia area di bassa pressione posta a sud dell’Islanda, la quale, si è allungata fino a raggiungere l’ara mediterranea; qui è avvenuto il distacco di una parte di essa che si è isolata e che adesso ha preso a muoversi  in autonomia ( attualmente è posta a ridosso della Sardegna) spingendo le masse d’aria dal nord Africa verso l’Italia.

Questo significa: da un lato, un aumento (per la giornata di oggi) della temperature per la Calabria con cieli per ora sgombri da nuvole;  ma da l’altro, tale dinamica è anche fonte di una maggiore instabilità, in quanto, ciò amplifica il maltempo nel momento in cui avviene il contrasto tra le correnti fredde da nord, con quelle più calde richiamate da Sud .

Il contrasto termico all’interno della convergenza delle correnti, va a produrre molta energia, che può trasformarsi in fenomeni temporaleschi anche forti (Come si è visto stamattina a Livorno e a Roma).

Spiegata un po’ la situazione generale, possiamo passare a ciò che si prevede per la giornata di domani, quando è previsto l’arrivo delle piogge sulla Calabria.

L’orario in cui potremo essere interessati, va dalle prime ore della notte fino a domani mattina; con un passaggio della linea temporalesca che quindi potrebbe interessarci per circa 7-12 ore.

montaggio avanzamento maltempo

Aitutandoci dalla figura sopra, possiamo vedere lo sviluppo previsto del fronte in avvicinamento; si inizierà con piogge in arrivo sui versanti tirrenici meridionali e settentrionali in nottata, e subito dopo tutta l’area tirrenica verrà coinvolta da piogge che, a tratti, potranno risultare intense con fenomeni temporaleschi associati.

Successivamente la pioggia andrà a coinvolgere anche le aree interne, sui nostri rilievi si potranno avere anche effetti di addensamento delle correnti, con possibili aumenti degli accumuli pluviometrici sui versanti esposti.

Le fasce ioniche sono considerate più protette, ma verranno maggiormente coinvolte dai venti, non è da sottovalutare la possibilità che anche qui si possano formare fenomeni di pioggia intensa, sopratutto quando il fronte inizierà ad allontanarsi e la linea temporalesca si troverà a passare dal Tirreno – al mar Ionio.

allerte

Il rischio descritto dall’allerta meteo, è di colore “Arancio”, quindi rischio moderato, con una particolare attenzione al vento che si potrà avere sul crotonese e sopratutto sull’alto ionio, dove viene segnato un rischio “rosso”.

Massima attenzione quindi per domai mattina!

Ass. Meteopresila

1 6 7 8