Lunedì 7 gennaio 2013


Lunedì 7 gennaio 2013 – Il cielo si presenterà nella mattinata generalmente nuvoloso, sulle aree tirreniche centrali e sul cosentino le correnti provenienti da nord ovest, potranno produrre anche delle locali precipitazioni, che potranno poi espandersi sul catanzarese.
Nel pomeriggio il cielo andrà a schiarirsi, l’instabilità è prevista in spostamento verso sud liberando l’area silana e presilana.
La temperatura sarà in leggero aumento, ma nella serata è prevista nuovamente in calo.
Il vento sarà prevalentemente debole da nord est.

Domenica 6 gennaio 2013

Domenica 6 gennaio 2013 – La befana, la “vecchietta” più amata dai bambini buoni, porterà e concluderà queste feste all’insegna del freddo.
Clima tipicamente invernale sul territorio presilano e silano,nonostante i cieli sereni per tutta la giornata, le temperature si manterranno piuttosto basse,complice il vento di tramontana che accentuerà la sensazione di freddo.
Temperature gelide sui rilievi della Sila, poco sopra lo zero nei villaggi silani; a valle temperature non superiori ai 10°C con minime sui 3°C.

Sabato 5 gennaio 2013

Sabato 5 gennaio 2013 – bello al mattino, dal pomeriggio e nubi in aumento specialmente sulle zone grecaniche e sui rilievi a causa della rotazione e rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali,con locali piogge e nevicate oltre i 1000metri comunque di debole intensità. Temperature massime e minime in calo. La sensazione di freddo sarà accentuata dall’intensità del vento specie nelle ore notturne.

Speciale epifania

Immagine

Speciale epifania – Un vasto campo d’alta pressione che si estende dall’oceano Atlantico fino al cuore dell’Europa porterà i suoi massimi tra la penisola iberica e la Francia,interessando anche la nostra penisola con il suo bordo più orientale,questa sua posizione determinerà dapprima ad un aumento termico nelle giornate del 4 e del 5 gennaio, poi nella seconda parte del 5 le correnti inizieranno a ruotare da nord-nord-est a causa dell’arrivo di un nucleo freddo sulla penisola balcanica e sull’Egeo interessando parzialmente le regioni meridionali italiane con forti venti e qualche piovasco ,ma soprattutto con un sensibile calo delle temperature.

Venerdì 4 Gennaio:Bello al mattino,nubi dal pomeriggio,ma senza precipitazioni di rilievo,massime in leggero aumento,minime stazionarie.venti da ovest-nord-ovest.

Sabato 5 Gennaio:Bello al mattino,dal pomeriggio e nubi in aumento specialmente sulle zone grecaniche e sui rilievi a causa della rotazione e rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali,con locali piogge e nevicate oltre i 1000metri comunque di debole intensità.Temperature massime e minime in calo.La sensazione di freddo sarà accentuata dall’intensità del vento specie nelle ore notturne.

Domenica 6 Gennaio:al mattino ancora qualche nube ,ma senza fenomeni,giornata fredda e ventosa soprattutto al mattino.Temperature stazionarie.

Venerdì 4 gennaio 2013


Venerdì 4 gennaio 2013 – Il cielo si presenterà generalmente poco nuvoloso, ma  sui rilievi (sopratutto sui versanti meridionali) si potrà addensare maggiore nuvolosità.
Le temperature saranno stazionarie o in leggero aumento, con valori che saranno compresi mediamente tra i 5 e i 13°C.
I venti saranno moderati da maestrale; non si prevedono fenomeni di rilievo.

Giovedì 3 gennaio 2013

Giovedì 3 Gennaio 2013 – Il cielo nella mattinata si presenterà in generale  parzialmente nuvoloso; delle correnti  di origine atlantica andranno a isolare una bassa pressione  nei dintorni della Sardegna, portando su di noi delle correnti da sud ovest che produrranno nuvolosità a tratti più compatta. Gli effetti maggiori sono previsti su Reventino, Sila piccola e crotonese, dove non si esclude la possibilità di piogge, che comunque andranno ad alternarsi a schiarite.
Nel pomeriggio, si prevede un miglioramento della situazione, con maggiori schiarite su tutta la Sila e presila.
Le temperature sono previste stazionarie, i venti saranno deboli da sudovest, più moderati sul crotonese.

Mercoledì 2 gennaio 2013

Mercoledì 2 Gennaio 2013 – I cieli si presenteranno con una nuvolosità sparsa, al mattino avremo ampie schiarite e temperature abbastanza fresche, con minime che potranno raggiungere i 4-5°C in collina, e scendere sotto i -2/-3°C in Sila .
Nel pomeriggio la situazione resterà invariata, con una nuvolosità sempre scarsa, ma più diffusa sulle aree tirreniche.
Le temperature saranno in lieve calo sulle minime, mentre le massime saranno stabili e avranno valori sui 10-11:C, i venti sono previsti deboli da sud ovest.

Martedì 1 gennaio 2013

Martedì 1 gennaio 2013 – La tanto attesa notte di capodanno, non deluderà le aspettative di tutte quelle persone che preferiranno trascorrerla all’aperto.
Grazie all’alta pressione, i cieli si presenteranno sgombri da nubi e con venti deboli o assenti; ciò d’altra parte, favorirà anche il calare delle temperature, che specialmente in Sila, saranno piuttosto fredde e potranno scendere sotto lo zero, attenzione a possibili gelate.
Nelle zone presilane, le temperature saranno comprese intorno ai 4-5°C; lungo le coste  sarà sui 7-8°C.
La mattina del primo giorno dell’anno, si aprirà con cieli poco nuvolosi, solo sui rilievi e sui settori tirrenici ci potranno essere nuvolosità più consistenti, non sono previste piogge.
le temperature saranno stabili durante il resto della giornata, con valori che raggiungeranno i 12-13° di massima, i venti saranno deboli da sud-est.

Buon Anno da

Ass.Meteopresila

Lunedì 31 dicembre 2012

Lunedì 31 dicembre 2012 – L’ alta pressione in arrivo per l’ultimo dell’anno,  garantirà cieli generalmente sgombri da nubi per l’intera giornata; in mattinata si potrà avere qualche nuvolosità (comunque sterile) sui settori tirrenici e sui rilievi silani, per via delle correnti occidentali ancora attive; nel pomeriggio, cosi come per la nottata, la situazione resterà stabile, con cielo poco nuvoloso .
Le temperature saranno gradevoli durante il giorno, più fresche la notte, ma tutto sommato resteranno stabili, i venti soffieranno deboli da nord ovest.

Domenica 30 dicembre 2012

Domenica 30 dicembre 2012 – Maggiore stabilità sulla regione, grazie all’aumento della pressione sul sud Italia; nel mattino i cieli si presenteranno generalmente poco nuvolosi, ma le correnti ancora attive da nord potrebbero creare della nuvolosità sul cosentino e sui rilievi silani, dove non è comunque previsto alcun fenomeno precipitativo.
Nel pomeriggio la situazione rimarrà stabile, con cieli sempre poco nuvolosi su tutta la Sila e presila.
le temperature saranno in leggero rialzo, i venti soffieranno deboli da nord ovest.

1 67 68 69 70